Big Air and the City 2017

Per tutti gli amanti degli sport invernali, torna a Milano la seconda edizione del Big Air and the City. Quattro giorni (10-11 e 17-18 novembre) di pura adrenalina e acrobazie sulla neve immersi in una location d’impatto; tra l’Albero della Vita e Palazzo Italia, il Parco Experience (ex area Expo di Rho) si è trasformato nel fulcro di una competion di alto livello. Big Air quest’anno ha rappresentato il primo appuntamento di Coppa del Mondo FIS di Freestyle in Italia tra gli sport invernali e anche l’apertura della stagione dei Big Air , che per quanto riguarda lo snowboard culminerà nei giochi olimpici a PyeongChang, in Corea del Sud.

Ognuno dei due weekend milanesi ha avuto inizio il venerdì con le prove di qualificazione, il 10 per lo snowboard e il 17 per il freeski, mentre le giornate del sabato son state quelle delle qualifiche e delle finali. Il campo di battaglia è stato sempre lo stesso: il trampolino più grande mai realizzato in Italia. Una spettacolare rampa alta 40 metri e lunga 130.
Da qui son scesi 120 atleti in rappresentanza di 28 diverse nazionalità, per sfide e trick mozzafiato.

I vincitori, tutti di prim’ordine, hanno confermato l’altissimo livello della competizione: lo snowboard è stato dominato dallo statunitense Chris Corning e dalla regina austriaca Anna Gasser, al secondo trionfo consecutivo; nel freeski, i campioni sono stati lo svizzero Elias Ambuehl e la francese Coline Ballet Baz. Spazio anche alle emozioni azzurre, con gli italiani Alberto Maffei (settimo nello snowboard) e Ralph Welponer (sesto nel freeski) che hanno infiammato il pubblico. Non solo gare però, per quattro giorni, Big Air and the City ha trasformato un angolo di Milano in un vero e proprio villaggio alpino, con aree food dedicate, spazi espositivi, iniziative legate al mondo della neve e tanto divertimento, con anche una rampa da skateboard e spettacoli di Parkour e slackline. Ovviamente, senza dimenticare i più piccoli, che si sono cimentati con sci, snowboard e tubby sulle piste in neveplast prima di sgranare gli occhi davanti ai salti dei loro beniamini, strappando selfie e autografi subito dopo.

La sera inoltre, musica e concerti, tra cui quello della tanto acclamata Baby K. L’edizione italiana del Big Air 2017 è stata proprio un trionfo, il parco ha registrato oltre 33 mila ingressi, tra paganti e addetti ai lavori tutti con il naso all’insù per seguire le fantastiche evoluzioni di snowboarder (alcuni giovanissimi, il più piccolo classe 2002!!) e freeskier, senza contare le decine di migliaiia di spettatori che hanno potuto seguire le gare in diretta televisiva in Italia (su Rai Sport e – per lo snowboard – anche Eurosport) e nei quattro angoli della Terra. Sono cifre che certificano il successo di un evento che a tutti gli effetti sta diventando l’appuntamento più prestigioso e suggestivo della stagione dei Big Air.

Pics & Text E.Giurano

Lascia un Commento