Green Day’s American Idiot – Teatro della Luna (Assago – MI)

Era il lontano 2004 quando i Green Day davano alle stampe la loro opera più ambiziosa e personale, quell’ “American Idiot” che descriveva una generazione americana spaventata e senza guida alla ricerca della propria identità. Nel settembre 2009 veniva portato in scena per la prima volta nella nativa Berkeley “Green Day’s American Idiot”, musical tratto dall’omonimo concept album scritto proprio dal singer Billie Joe Armostrong: sono passati otto anni e dopo i successi di Broadway e il debutto a Londra del 2015 approda in Italia, terzo paese in assoluto, la versione del musical proposta dal regista Marco Iacomelli che per l’occasione ha selezionato, tra oltre 700 candidati, giovani performer di talento, alcuni al loro debutto nel teatro professionale.

I novanta minuti di spettacolo prendono vita grazie a canzoni come Jesus of Suburbia, Boulevard of Broken Dreams, Wake Me Up When September Ends, Holiday e Time of Your Life, colonna sonora e sfondo per il viaggio di formazione dei tre amici Johnny (interpretato da un ottimo esordiente come Ivan Iannacci), Tunny (Renato Crudo) e Will (Luca Gaudiano), ottimi interpreti di questa versione italiana che si avvale delle coreografie di Michael Cothren Peña e da una band dal vivo, “capitata” dalla direzione di Riccardo Di Paola, grintosa e autrice di un’ottima performance.

AI fotoscena3@GiovannaMarino

Il cast giovanissimo non si risparmia per tutta la durata del musical, un lavoro coinvolgente e imperdibile per tutti gli amanti dei Green Day e del rock in generale. Da citare l’ottima esibizione di Natascia Fonzetti nei panni di Whatsername, la ragazza di cui si innamora Johnny, e un plauso a tutto il cast per aver riletto in maniera coinvolgente uno spettacolo di indubbio valore.

Foto: Giovanna Marino

[MS]

Lascia un Commento