Hotel Books – Equivalency

Hotel BooksChe la scena rock cristiana rappresenti una fetta di mercato importante negli USA non lo scopriamo certo oggi ed ecco che un progetto come Hotel Books ha tutto per raggiungere una notorietà che altrimenti sarebbe probabilmente circoscritta ad un pubblico di nicchia. Cam Smith, in arte appunto Hotel Books, pubblica questo nuovo lavoro molto particolare che fonde uno spoken word molto emotivo (concitato in molte parti, più pacato in altre) e basato sulle riflessioni e poesie di Cam con quello che possiamo definire un emorock molto malinconico e compassato. Il fluire da parti parlate al cantato è molto naturale e in brani come “I knew Better, But Did Nothing” il tutto funziona a meraviglia ricordando a tratti le atmosfere dei La Dispute ovviamente epurate dalle parti più heavy e pesanti. Se però dobbiamo fare una comparazione già il successivo brano intitolato “Take Very Little” suona davvero troppo opprimente sia come tematiche (la mano al libretto è d’obbligo se non si riesce a carpire al volo i testi declamati da Cam) che per sonorità, molto minimali e scheletriche nell’appeal generale. Disco interessante ma davvero molto umorale per essere digerito tutto di un fiato!

Equivalency (2017 – InVogue Records)

Lascia un Commento