RISE OF THE NORTHSTAR – Saiya Style all’ennesima potenza!

Un’etica DIY senza compromessi ha portato i francesi Rise of The Northstar alla corte della label Nuclear Blast e, cosa più importante, a calcare i palchi di mezzo mondo guadagnando fans dopo fans! “The Legacy of Shi”, secondo album della band, ha tutte le carte in regola per ambire al titolo di disco dell’anno e per far felici i tanti amanti del crossover ad ampio raggio. Tra metal, thrash, rap e immaginario giapponesi abbiamo contattato il bassista Fabulous Fab in vista della bollente e attesissima data milanese del prossimo 10 Dicembre!

Rotn2018d

Ciao! Il vostro secondo album è appena uscito, cosa state combinando ora che il disco è negli scaffali?
(Fabulous Fab) Il nostro secondo album “THE LEGACY OF SHI” è ormai disponibile da circa un mese e siamo contenti di aver finalmente consegnato al mondo il miglior album mai scritto dalla band! Reazioni e feedback sono stati buoni finora e non vediamo l’ora di suonarlo dal vivo. Ci stiamo avvicinando alle date europee con i rapper DOPE D.O.D e arriveremo a Milano a Dicembre!

Puoi raccontarci la storia di Shi e il concept dell’album?
(Fabulous Fab) All’inizio Shi era solo un personaggio di fiction creato dal nostra cantante Vithia. È uno Yokaï (demone giapponese) che non può accedere al paradiso e, di conseguenza, ogni 100 anni sceglie un ospite da possedere e incarnare. La sua eredità è la dualità costante che troverai attraverso i testi dell’album e la parte grafica, ma anche la lotta tra lui e la band attraverso le canzoni presenti sul disco e interpretate da Vithia, che al momento è proprio l'”ospite” del demone. Il punto è determinare chi possiede chi … “Shi” significa anche “quattro” in giapponese ed è considerato un numero maledetto nella loro cultura. Nonostante ciò lo usiamo perché abbiamo registrato questo album in quattro (Phantom non era ancora nella band) e simboleggia anche le quattro dimensioni della nostra musica e dell’universo: Metal, Rap, Hardcore e Man-gas.

Per la parte strettamente musicale cosa vi ha ispirato maggiormente?
(Fabulous Fab) Abbiamo sempre scritto ciò che volevamo senza seguire alcun processo di scrittura stabilito. Le influenze sono sempre quelle, guardano verso gli anni 90 e l’età dell’oro dell’hip hop con RATM, Suicidal Tendencies, Onyx, Wu Tang Clan, Biohazard, ecc. Sono passati quattro anni tra THE LEGACY OF SHI e WELCAME quindi, ovviamente, questo lasso di tempo ci ha permesso di perfezionare il nostro stile e il suono probabilmente è un po’ più maturo.

Joe Duplantier (Gojira) ha registrato e co-prodotto l’album nel suo studio di New York, Silver Cord Studio: quale è stato il suo contributo?
(Fabulous Fab) Siamo arrivati a Silver Cord con tutot pronto al 90%, Joe sapeva che avrebbe lavorato con una band con una idea ben chiara di cosa voleva ottenere. In lui abbiamo trovato il “coach” che stavamo cercando per co-produrre questo album. La sua capacità tecnica e la sua esperienza ci hanno aiutato molto. Ci ha aiutato ad aggiungere molti piccoli dettagli e atmosfere che hanno davvero arricchito le canzoni. E’ stato anche un prezioso alleato nel migliorare la pronuncia inglese di Vithia, è qualcosa su cui hanno lavorato molto, è un aspetto molto importante perché ci ha permesso di poter essere capiti a livello internazionale.

Rotn2018a

Puntate giustamente molto su questo album, cosa rende secondo te speciale “The Legacy of Shi”?
(Fabulous Fab) Questa è la prima volta che spendiamo così tanto tempo nel processo di scrittura. Avevamo più di quaranta tracce pronte in sala prova e ne è uscita una selezione delle 11 migliori tracce. Abbiamo utilizzato chitarre a 7 corde e ci hanno permesso di prendere una direzione diversa e sperimentare cose nuove. Per quanto riguarda i testi, ci sono molti versi in francese che è qualcosa che è venuto fuori naturalmente. Quando il nostro cantante ce li ha presentati per la prima volta, tutti noi e la crew che era presente ai Silver Cord Studio abbiamo concordato che suonava alla grande per come quete parti erano state inserite nelle canzoni. Voglio citare anche la parte grafica e le Northcard da collezione (disponibili con la versione digipack): Vithia è il responsabile di tutti i visual della band e ha fatto di nuovo un ottimo lavoro sul layout di TLOS. Questo album è un ottimo prodotto ad ogni livello.

Quale è stata la reazione dei vostri fans? Pensi abbiamo compreso al 100% quanto sia speciale per voi questo secondo disco?
(Fabulous Fab) Abbiamo pubblicato molti teaser dell’album prima della sua pubblicazione e abbiamo “esaltato” tutti con la pubblicazione del video di “Here Comes The Boom”. I feedback sono stati fantastici e abbiamo raggiunto un milione di visualizzazioni ancor prima che l’album fosse pubblicato. “This Is Crossover” è un brano che riassume al meglio la nostra essenza: ci hanno definito “hardcore” ma riassume le quattro dimensioni che ho menzionato in precedenza. “Nekketsu” è una traccia più positiva, che supporta l’auto-trascendenza ed è portatrice di un messaggio positivo. Ognuna di queste canzoni è arrivata a destinazione.. i kids hanno dato la loro approvazione, e quando le suoniamo live sentiamo già i nostri fan conoscere ogni singola parola e cantare con noi.

Da sempre avete una attitudine DIY molto spiccata, quando è importante avere una label come Nuclear Blast a supporto?
(Fabulous Fab) Voglio precisare che i Rise Of The Northstar escono per Repression Records, l’etichetta che Vithia ha creata per rimanere padroni della nostra musica e mantenere un controllo assoluto su tutto quello che riguarda la band. Nuclear Blast ci ha offerto un accordo di licenza che significa che ci garantiscono la potenza di fuoco appropriata per gestire la distribuzione e la necessaria pubblicità. Manteniamo l’attitudine DIY senza perdere di vista la volontà di espandere la nostra fanbase, e tale collaborazione ci aiuta in quella direzione.



Devo assolutamente chiederti qualcosa sulla vostra evidente passione sulla cultura giapponese, c’è qualche nuovo manga/anime che vuoi consigliarci?

(Fabulous Fab) Non sono molto interessato alle cose recenti … L’anime di One Punch Man è piuttosto buono e divertente, anche il manga. Anche Samurai Champloo è stata una bella scoperta e Prison School è un vero gioiellino da guardare se ti piace il fan-service hahaha! E se non siete depressi c’è sempre Berzerk! Va bene vi faccio una lista: Hokuto No Ken, Dragon Ball, Akira, Rookies e GTO sono manga che dovete leggere assolutamente! Fanno parte dell’universo della band e sono opere fantastiche. Basta leggerli per godere della loro grandezza senza tempo …

Come già accennavi a inizio intervista fra poco sarete a Milano per uno show con i Dope D.O.D.: cosa possiamo aspettarci da questa combo?

(Fabulous Fab) Puoi aspettarti il nostro primo tour con una band rap e questo è assolutamente una delle nostre mission, unire la fan base di scene musicali diverse. Questa è una delle missioni del nostro Crossover. Non ti dirò la set-list completa, ma ovviamente ascolterete brani tratti da THE LEGACY OF SHI che non abbiamo mai suonato live fino ad ora. Ci vediamo il 10 dicembre al Legend Club di Milano!

Nell’attesa di vedervi dal vivo cosa possiamo aspettarci dai ROTN per il 2019?

(Fabulous Fab) Tour, festival estivi, nuovi video musicali… e spero di tornare in Giappone. In altre parole, un altro anno ROTN haha!

WEBSITE
www.riseofthenorthstar.com

Lascia un Commento