Scornthroats – Misfortune

Scornthroats-Direttamente dalle ceneri dei Rise After Defeat ecco prendere vita gli Scornthroats con un album, Misfortune, davvero interessante e destinato sicuramente ad entrare tra i principali ascolti di chiunque ami band come Cursed, Black Breath, Trap Them e famiglia assortita. Marci, lerci e cattivi, se così si possono definire, gli Scornthroats sono sicuramente una delle migliori novità uscite dallo stivale negli ultimi anni, e soprattutto dalla Sardegna, crogiolo di prelibatezze musicali estreme. I 13 brani scorrono veloci e devastanti, furiosi come un branco di lupi che attaccano la preda. Sì, penso che quest’ultima similitudine sia ciò che al meglio rappresenti questo Misfortune, un branco di lupi che dalla prima all’ultima traccia azzannano e disossano la preda con una furia davvero maestrale. I testi corrosivi di Carl chiudono il cerchio “ceralaccando” l’intero progetto con una massiccia dose di sfiducia, misantropia e pessimismo. Ottimo lavoro, ottimo esordio. Lupi. (Frez / Voto 8,5)

 

Misfortune (2017 – Strikedown Conspiracy)

Lascia un Commento