You Me At Six – VI

You Me At SixBisogna ammettere che la band di Josh Franceschi sia riuscita in una delle imprese più ardue che una band possa intraprendere e cioè quella di flirtare con il mondo pop partendo da basi prettamente rock senza perderci la faccia ma anzi, guadagnandoci! You Me At Six è stato per anni il nome della pronosticata “next big thing” inglese e, in un modo o nell’altro, questa promessa non è mai esplosa completamente nonostante gli ottimi riscontri di critica (il supporto di Kerrang!, Rocksound e NME non è mai mancato, anzi..) e pubblico. “IV” arriva al culmine di una maturazione che porta i You Me At Six a superare qualsiasi retaggio emo-punk o similare trascinato dal passato per approdare ad una perfetta formula pop a tutto tondo, graffiante quando serve (vedi le chitarre di “Fast Forward”) e spesso portatrice di arrangiamenti che citano il mondo r&b, pop ed elettronico “3 A.M.” per lambire persino il funky nell’incedere rotondo di “I O U”. La performance brillante e sempre superiore di Josh Franceschi si mette al servizio di un disco variegato, curato in ogni aspetto e ricco di brani orecchiabili e ritmati che difficilmente non colpiscono nel segno. Un disco fresco e contagioso che premia il coraggio di una band che non ha avuto paura di “darsi” al lato oscuro del mainstream senza perdere la propria identità e integrità.


VI
(2018 – AWAL/Kobalt)

Lascia un Commento