ANNA ARCO – Pubblica Sad Secret Songs il 27 agosto su Spiltan Records

Fedele al suo nome – dalla parola greca “anarchismo” – un archos, ovvero senza governanti o leader, la polistrumentista e produttrice svedese Anna Arco è una devota artista DIY. Influenzata dal suo background di musicista jazz e da un’educazione hip hop, Arco scrive pop ornato da testi poetici e da una voce apparentemente senza limiti. Poco dopo aver registrato il suo singolo di debutto nell’Ingrid-studio (Miike Snow, Lykke Li ecc.) ha pubblicato il suo album di debutto “Songs within the Spectrum” che la rivista australiana Pop Magazine ha definito “Una notevole collezione di pop accorato che riflette sia la luce che l’oscurità delle sue esperienze”. Ha ricevuto bellissime recensioni sia in Svezia che a livello internazionale.

ANNA ARCO – Pubblica Sad Secret Songs il 27 agosto su Spiltan Records

Arco torna il 27 agosto con il secondo album “Sad Secret Songs” (Spiltan Records) dove ha trasformato il dolore per la perdita della sua migliore amica in un cupo art-pop scandinavo. Tutta la musica è stata scritta e prodotta da Anna Arco.

Di recente è stato svelato il primo singolo “Scar”.

I pre-ordini di “Sad Secret Songs” sono disponibili qui: https://distrokid.com/hyperfollow/annaarco/sad-secret-songs

Anna Arco è l’alter ego art pop della musicista Anna Berglund. Nata a Uppsala, Svezia, nel 1991, è cresciuta con i genitori, insegnanti di lingua e scrittura creativa. Ha scritto la sua prima canzone a sei anni e ha continuato a cantare nei cori e a esercitarsi con il flauto, il piano, il basso, il sassofono e la batteria. Dopo il diploma, la diciottenne è stata ammessa in una “folkhögskola”, una forma svedese di educazione pre-college, e ha iniziato a studiare musica a tempo pieno. Nel 2013 è entrata al Royal College of Music di Stoccolma e ha conseguito un master in voce jazz nel 2018. Mentre studiava ha pubblicato il suo primo album con il quartetto jazz beat Berglund Band, “Drifting”, nel 2016. Nel 2017 ha sentito il bisogno di esplorare un lato meno jazzistico della sua arte e ha iniziato Anna Arco, un progetto pop trasversale ispirato sia dall’hip hop che dal metal. Ha pubblicato il suo primo album come Anna Arco, “Songs within the Spectrum”, nel 2019. Oltre a scrivere, produrre e suonare, gestisce anche la propria etichetta, ha lavorato con diversi progetti legati all’uguaglianza music business e è anche diventata la prima caporedattrice donna della più antica rivista jazz del mondo.

WEBSITE
www.annarco.com


Lascia un Commento